Ah, quanto tempo è passato da quando ho detto

per la prima volta, tra pianti e sorrisi,

“mamma!”.

Da lei ho imparato ciò che so e che ho

donato ai miei figli.

E pensare che dopo tanti sacrifici fatti per loro

non sono nient’altro ormai che una tassa in più

sullo stipendio.

So di avere il Signore, ma non riesco

ad andare avanti senza l’affetto dei miei cari.

Mi basterebbe un sorriso, un abbraccio;

figli e nipoti vicino a me, anche solo un momento,

mi ridarebbero la fede, la gioia, la speranza,

dopo questa lunga vita, di arrivare da Gesù Cristo

Nostro Signore, come ho sempre pregato.

E intanto dirigo lo sguardo attenta, con una

coroncina del Santo Rosario in mano, verso la porta

d’entrata, sperando che un giorno le mie preghiere

siano realizzate.

Confido in te mio Signore.

Matteo Farina (12.08.05)

No! No, non arrenderti, affidati a Dio