…….E Dio? Dov’è Dio?
Perché tanta paura di parlarne? Nessuno si ferma un attimo a riflettere sulla spiritualità della propria esistenza; troppo influenza da ciò che ci circonda. Non ci soffermiamo mai, o quasi, a sentire, neanche per poco, ciò che il cuore comanda.
Ma se tendiamo le orecchie all’ascolto delle parole dell’anima, sentiamo la presenza di Dio. Parliamone……insieme, con la semplicità di noi giovani, con un linguaggio privo di ricercatezza, ma ricco di sostanza: Gesù ha usato la lingua dei semplici, non quella dei do.

dall’ articolo di Matteo dell’ 11 febbraio 2006 “Newspapergame” Giornale dell’istituto- “G. Giorgi” Brindisi

No! No, non arrenderti, affidati a Dio