Brindisi 29/01/08
Carissima suor Chiara Annagrazia,
mi scuso tantissimo per non aver potuto rispondere più alla tua lettera di auguri per il Santo Natale ed il nuovo anno che ricambio con tanto affetto, anche se con un po’ di ritardo.Penso che tu abbia già saputo che durante il periodo natalizio sono stato operato in Germania per quel solito problema di cui sei già a conoscenza. Ringraziando il cielo comunque l’intervento è andato molto bene e nei nostri cuori non resta che una nuova avventura ormai conclusa, ma che è stata piena dell’affetto e delle preghiere di tante persone care e, ancora una volta, della Misericordia di Dio.Io sto molto bene e ho già ripreso la scuola alla grande e piano piano tornerò a fare tutto quello che facevo prima.In questo momento sto facendo la chemioterapia che ultimerò verso aprile. Entro questa data sarò già tornato in Germania per il primo controllo post-operatorio e lì si deciderà eventualmente per un’altra terapia di cui i dottori ci hanno già parlato oppure per il continuo della chemio. Sono sicuro che attraverso la tua preghiera sei stata vicina a me e alla mia famiglia e ti prego di non fermarti mai. Io continuo a pregare per te.Hai sentito la bella notizia? A giugno il Papa verrà proprio qui a Brindisi.Spero che i miei concittadini riescano ad organizzare una bella accoglienza per il Santo Padre. È proprio un evento speciale!Non ti nascondo che ho in mente di scrivere una lettera al Papa, da dare magari a qualche sacerdote o al vescovo, perché di sicuro non avrò occasione di farlo personalmente.Vorrei parlargli della necessità di rinnovamento, a mio parere, della Chiesa, toccando tanti punti importanti…A dire la verità spero tanto in questa lettera e spero che il Santo Padre avrà almeno l’occasione di leggerla una volta, anche se è difficile. Se quindi questo mio proposito è da Dio allora sarà proprio Lui a far sì che vada a buon fine… vedremo…Ora ti saluto, non voglio dilungarmi.Estendi anche alle tue sorelle gli auguri per il Santo Natale ed il buon anno, assieme al ringraziamento per le preghiere che sicuramente avranno fatto anche loro.Non smettete mai, ce ne è tanto bisogno per tutti!Con profondo affetto,Matteo.
P.S.=Raccomando alle vostre preghiere tutte le persone che soffrono, in particolare un ragazzo, Gabriele, che ora è in ospedale.

No! No, non arrenderti, affidati a Dio